Giovedì 21 Giu 2018
 
chi siamo PDF Stampa Email
Sabato 25 Luglio 2009 15:38

MISSION
La "mission" del GAL dell'Antico Frignano e dell'Appennino Reggiano è lo sviluppo integrato dell'area Appenninica di Modena e Reggio Emilia. A tal fine si avvale di risorse appositamente predisposte dall’Unione Europea attraverso il programma Leader che ha lo scopo di favorire la vitalità dei territori rurali dell'Europa.

Il GAL opera attraverso un proprio Piano d'Azione Locale (P.A.L.), composto di due sezioni:

  • La sezione 1, suddivisa a sua volta in quattro misure (1.1, 1.2, 1.3 e 1.4), contiene le iniziative per la valorizzazione del patrimonio culturale e naturale del territorio interessato, per il miglioramento della fruizione dei territori, per l’innovazione e qualificazione del sistema produttivo locale, per il miglioramento della capacità organizzativa delle comunità locali. Sono anche previste attività trasversali di progettazione, animazione, formazione, promozione, informazione e comunicazione.
  • La sezione 2 è dedicata al sostegno delle forme di cooperazione tra i GAL sia a livello nazionale che transnazionale.
    Per realizzare questo complesso di attività e iniziative il GAL dell’Antico Frignano e dell’Appennino Reggiano, potrà impiegare per il periodo 2001-2006 contributi pubblici per 3,9 milioni di euro, che devono produrre investimenti sul territorio per almeno 5,4 milioni di euro, in virtù del cofinanziamento da parte dei beneficiari.
    Nella precedente gestione (1994-2001), il GAL dell'Antico Frignano e dell'Appennino Reggiano ha finanziato 264 progetti, per un investimento complessivo di 11,4 miliardi di lire.

COME OPERIAMO
L'attività del GAL si concretizza attraverso la predisposizione e la realizzazione di progetti di sviluppo condivisi con i diversi attori del territorio di riferimento.

I progetti vengono costruiti a partire dall'analisi delle problematiche, da un lato, e delle opportunità di sviluppo, dall'altro, che caratterizzano oggi il territorio appenninico nelle sue diverse componenti di: attività economiche, espressioni culturali ed ambientali, qualità della vita.

Viene svolta una intensa azione di animazione per coinvolgere tutti i soggetti potenzialmente interessati ai vari settori. Allo stesso tempo il GAL si pone come antenna sul mondo e, quindi, come promotore di innovazione compatibile al fine di stimolare percorsi virtuosi di miglioramento nei diversi settori ed ambiti della vita della comunità locale.

I diversi temi e le idee progettuali vengono approfondite da appositi gruppi di lavoro con la partecipazione degli operatori e delle loro associazioni.

I singoli progetti prevedono, normalmente ed in stretta connessione, azioni a carattere collettivo (che interessano diversi soggetti privati o pubblici), volte a sostenere percorsi di sviluppo di area o di settore, cui si integrano interventi a sostegno degli investimenti operati dalle singole aziende di quell’area e/o di quel settore. In questo modo si compone una azione sistemica di sviluppo supportata nelle diverse fasi e monitorata in termini prospettici.

Per gli interventi previsti vengono impiegate innanzitutto risorse messe a disposizione dal programma LEADER dell’Unione Europea. Ad esse si aggiungono iniziative attivare nell’ambito di altri programmi comunitari (es. Equal) nonché incarichi specifici da parte di organismi pubblici (Province, Camere di commercio, Comunità Montane) e società private.