Lunedì 19 Feb 2018
 



Cecciola

Località: Cecciola, comune di Ramiseto

Cecciola è dal punto di vista storico-ambientale uno dei più significativi borghi dell'appennino reggiano; il nucleo urbano conserva essenzialmente aspetti dell'originale "paesaggio architettonico" montanaro: numerosi sottopassi ad arco, corti selciate e loggiati, legati, tra loro da un fitto intreccio di stretti vicoli.

Dista dal capoluogo comunale km 17

Dista da Reggio Emilia km 70

Coordinate geografiche di Google Earth: 44°22’ 55” 06 N 10°11’ 13”93 E - borgo di Cecciola

 

Dove mangiare e dove dormire, riferimenti turistici

Centro per il turismo rurale, case vacanze nel borgo di Cecciola, produzione e vendita prodotti tipici a base di castagne.

Contatti: Terra delle valli www.terradellevalli.it 3339525497

Ristorante La Montanara, Miscoso 0522 892103

Valle dei Cavalieri Succiso Nuovo www.valledeicavalieri.it 0522 892346

Feste o tradizioni legate all’autunno: Festa della castagna e del borgo, nel mese di ottobre www.terradellevalli.it; per notizie di dettaglio consultare i siti di informazione turistica locale.

 

Presenza WIFI free “Guglielmo” utilizzabile all’interno del borgo.

 

Cose naturali o culturali notevoli

All'interno del borgo sono ancora presenti numerosi antichi fabbricati di elevato interesse storico-tipologico, ricchi di elementi architettonici in pietra di squisita fattura. Il manto di copertura in lastre di pietra, che ancora oggi caratterizza le falde dei tetti di gran parte dei fabbricati, nonché l'integrità del perimetro urbano, accentuano il pregio paesistico di Cecciola. Si trova in area Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano. Nel borgo è presente un metato, ancora utilizzato e nell'area agricola limitrofa sono ancora visibili le strutture terrazzate dei campi, il castagneto coltivato e un mulino. Interessante il percorso delle maestà in marmo. Nelle vicinanze Succiso e centro visita Parco Nazionale, Passo di Lagastrello.

 

Accessibilità e dove, come, quando raccogliere

I castagneti sono generalmente in proprietà privata. Dove ci sono recinzioni o tabelle monitorie non è possibile accedere al fondo, l’accesso è consentito attraverso i sentieri esistenti sia CAI (segnali bianchi e rossi) o altri sentieri evidenti sul terreno.

La raccolta nelle proprietà private è vietata salvo consenso del proprietario.

Vi sono convenzioni con castagneti privati gestite da Terra delle Valli (www.terradellevalli.it 3339525497), da contattare per maggiori informazioni.

L'area di castagneto è attraversata alla strada provinciale per il passo del Lagastrello. Provenendo da Ramiseto passato l'abitato di Cecciola, il bivio per Succiso e il ponte sul torrente Lonza ci si trova nell'area del castagneto.

 

Sentieri escursionistici

Sentiero dei Ducati, (SD)

Sentiero CAI 609 Sentiero dei pastori

Sentiero partigiano Istoreco N° 4 'del rifugio sotto l'alpe' dedicato ai sacrifici di un territorio che ha offerto spesso riparo e rifugio alle formazioni partigiane.

 

Attività di educazione ambientale e visite guidate

Terra delle valli, www.terradellevalli.it, 3339525497

 

Il Castagneto

Quota: 880-750 (825)

Esposizione prevalente: nord - nord-est

Giacitura prevalente: Moderata, declivi più o meno accentuati con suolo fresco e profondo originatosi su arenaria macigno.

Edifici rurali e manufatti collegati al castagneto: terrazzamenti, mulattiere, metato nel borgo maestà (cippi votivi) di particolare interesse sia architettonico che artistico. Da segnalare il Mulino Briselli, un vecchio mulino con due macine (castagna e frumento) non più in funzione dal 1972, dove è possibile svolgere visite guidate su prenotazione (www.terredellevalli.it).

Il soprassuolo è costituito da piante da frutto di castagno, alla distanza di 5/10 metri; le piante hanno portamento generalmente maestoso, con altezza superiore ai 15 metri e diametri dai 40 a 120 cm. Altre al castagno sono presenti piante di faggio, di cerro (pochi esemplari) e in un nucleo consistente di ontano nero nella scarpata sopra il T. Liocca. La copertura é mediamente del 80%, sono presenti alcune lacune lasciate dalle piante morte e secche in piedi. Il sottobosco arbustivo e andante e moderato a nocciolo, biancospino e coronella, quello erbaceo e quasi continuo a graminacee (luzula, arrenaterum), geranem nodosum.

Stato di conservazione (stato colturale e stato fitosanitario): discreto, sono presenti alcuni gruppi di piante morte in piedi in particolare nella parte soprastrada.

Presenza di piante monumentali: in particolare nella porzione sottostrada sono presenti numerose piante dal portamento maestoso;

Presenza di aree ancora attivamente coltivate – oggetto di cure colturali. Il castagneto è ancora oggetto di interventi di ripulitura, spollonatura e decespugliamento anche se non con la regolarità che sarebbe necessaria.

Varietà presenti: Garfagnina

 

img_0097img_0098img_0099img_3106img_3108img_3113img_6932img_6939img_6941sam_0499sam_0500