Giovedì 24 Mag 2018
 



PARCO DELLA RESISTENZA S. GIULIA (Palagano)

Località: Parco Monte Santa Giulia, comune di Palagano

Il Parco della Resistenza Monte Santa Giulia nasce negli anni 70 dopo che la Provincia di Modena acquisisce l'area per creare un luogo dedicato agli eventi dell'ultimo conflitto. Al valore legato alla storia contemporanea, si sommano innumerevoli altre particolarità racchiuse nei 28 ettari di Parco, che coprono la cima del Monte Santa Giulia.

Vi sono aspetti legati alla preistoria e al medioevo; aspetti naturalistici come una piccola area umida; la presenza di specie particolari di orchidee che presentano spettacolari fioriture primaverili. Sono state create tartufaie sperimentali.

Da segnalare, sempre in comune di Palagano, nei dintorni del capoluogo altri due castagneti di interesse naturalistico e paesaggistico: in località Cialamina, lungo la ‘Via dei Cavallari’ (sentiero Appennino Modena ovest 22) e Pianacci lungo il ‘sentiero delle miniere’ (sentiero Appennino Modena ovest n.26).

Dista dal capoluogo km 12,8

Dista da Modena km 50,3

Coordinate geografiche di Google Earth: 44°23’ 24” 36 N 10° 39’ 31”50 E - ingresso parco

 

Dove mangiare e dove dormire, riferimenti turistici

Ristorante Monte Santa Giulia Monchio www.vallidelcimone.it, 0536 966302

Bar Pizzeria Alpino 0536 966013

Bar Trattoria Willy 0536 966021

Locanda Cialamina Palagano www.locandacialamina.it, 0536 970045,

Albergo Ristorante Dragone Palagano 0536 961406

B&B Da nonna Bice Palagano www.buongiornobb.it, 0536 961594

B&B Il moro Costrignano www.buongiornobb.it, 335 7794354

 

Cose naturali o culturali notevoli

Nel Parco si trovano la Pieve di Santa Giulia (già Pieve dei Monti) che da secoli dalla cima del monte, domina la valle, richiamando fedeli dei tre comuni di Prignano, Polinago e Palagano. La Pieve sorge su un luogo di culto preistorico, nel quale è stata ritrovata una spada dell'età del bronzo e inoltre diverse vestigia alto medievali, non ancora indagate a fondo. La Pieve, distrutta durante la seconda guerra, ricostruita con le forme originali mantiene capitelli e colonne recuperate tra le rovine e una tomba del Conte di Gombola.

All'ingresso del Parco sorge il Memorial Santa Giulia, monumento corale in cui 14 artisti italiani e stranieri (14 nazionalità) hanno interpretato il tema della pace, realizzando monoliti di arenaria scolpiti nell'ambito del Simposio di Scultura su Pietra di Fanano e ora disposti in cerchio.

Il parco è attraversato da sentieri dotati di pannelli esplicativi ed in parte attrezzato con aree pic nic fontane, barbecue, bagni.

All'ingresso del parco sorge il Centro servizi, nella cui sala convegni sono conservati il calco della spada realizzato dal museo civico archeologico etnologico di Modena e la mostra dei bozzetti del Memorial dall'istituto di storia contemporanea di Modena.

 

Accessibilità e dove, come, quando raccogliere

I castagneti sono generalmente in proprietà privata. Dove ci sono recinzioni o tabelle monitorie non è possibile accedere al fondo, l’accesso è consentito attraverso i sentieri esistenti sia CAI (segnali bianchi e rossi) o altri sentieri evidenti sul terreno.

 

La raccolta nelle proprietà private è vietata salvo consenso del proprietario.

 

La raccolta è libera nel castagneto nell'area Parco di proprietà della Provincia di Modena.

 

Sentieri escursionistici

Sentieri Appennino Modena Ovest n. 11, 13, 14,

Strade, percorsi del parco, sentieri della libertà.

 

Attività di educazione ambientale e visite guidate

Ideanatura www.ideanatura.net, 338 6744818, 339 2943736

Valli del Cimone, Società di Promozione Turistica, www.vallidelcimone.it