Lunedì 19 Feb 2018
 



S. MARTINO MACCHIE DEI BENI FRAZIONALI (Polinago)

Località: San Martino Macchie dei Beni Frazionali, comune di Polinago

Lungo la Val Rossenna si incontrano innumerevoli borgate immerse nei castagneti. Tra esse la località maggiormente interessante è San Martino Vallata, la quale vanta tra i beni frazionali un castagneto di otre 10 ettari, che la tradizione vuole donato dalla stessa Matilde di Canossa. I beni ad “uso civico” e le “partecipanze” o le “comunaglie”, sono una consuetudine che affonda le radici nel medioevo, nei diritti concessi dai signori ai sudditi e godono oggi di una legislazione specifica.

Poiché, in genere, tali terreni riguardavano pascoli o boschi, è assai raro avere invece un castagneto in una proprietà collettava.

La tradizione della coltura castanicola è diffusa il loco anche nelle proprietà private. I marroni di San Martino rifornivano i mercati di Sassuolo e tuttora molti castagneti sono coltivati, puliti ed in alcuni casi vengono ancora accesi i metati per l'essicazione e la produzione di farina.

Dista dal capoluogo km 7,2

Dista da Modena km 52,8

Coordinate geografiche di Google Earth: 44° 23’ 17” 32 N 10° 41’ 01”42 E – San Martino loc. Casa Rossi – Piazza

 

Dove mangiare e dove dormire, riferimenti turistici

Albergo Prato Verde via dei Frinati Polinago 0536 46504

Podesteria di Gombola 0536 47000

B&B Cà du Stort Gombola www.buongiornobb.it 0536 49107, 3394307741

B&B Lo Scrigno corso Roma Polinago 0536 47049, 3386405992

B&B La Bottega di Casa Tucci, via Tucci Polinago 0536 47135, 3482283921

Ristorante Dolce Luna corso Roma 86 Polinago, www.pasticceriadolceluna.it 3401061277

Ristorante Casa Storto via san Michele 42, 3357232932

Ristorante Tiro a volo, via S. Martino 0536 47784

Bar Pizzeria Bice corso Roma Polinago 0536 47106

Ristorante Bedostri, via Valrossenna Gombola 043649028

Taverna del Brutto, via san Martino 0536 47745

 

Cose naturali o culturali notevoli

I bellissimi castagneti meritano la visita al luogo. Ci si trova immersi in essi, anche percorrendo le strade di collegamento tra i borghi, le quali pure asfaltate, mantengono la parvenza di antiche strette carraie. San Martino ha l'assetto del borgo fortificato, costruito attorno ad un'unica stretta strada e alte case a torre, ancora visibili.

Sono tre le case torri, di cui una a quattro piani più la “colombaia”, collegate tra loro da edifici intermedi e strutture varie.

La storia della valle del Rossenna è una storia di isolamento geografico che ha favorito la conservazione e un radicato attaccamento alle tradizioni, alle leggende, alla religione, permettendo di vedere ancora oggi edifici e consuetudini in altri luoghi perdute.

Da segnalare per la visita la vicina Gombola, soprattutto l’area della cosiddetta “Podesteria” dove si possono ammirare la cappella, i resti del castello, la chiesa sconsacrata. Sempre a Gombola è ancora operativo un antico mulino ad acqua, visitabile durante la macinatura. Significativo anche il borgo di Brandola con i suoi edifici di interesse storico, le tradizionali feste della castagna e le leggende legate alle acque di Brandola, si racconta dai poteri terapeutici.

 

Accessibilità e dove, come, quando raccogliere

I castagneti sono generalmente in proprietà privata. Dove ci sono recinzioni o tabelle monitorie non è possibile accedere al fondo, l’accesso è consentito attraverso i sentieri esistenti sia CAI (segnali bianchi e rossi) o altri sentieri evidenti sul terreno.

 

La raccolta nelle proprietà private è vietata salvo consenso del proprietario.

 

La raccolta è libera all’interno del castagneto dei beni ad uso civico.

 

Sentieri escursionistici

Sentieristica locale, strade forestali

 

Attività di educazione ambientale e visite guidate

Aria Aperta www.aria-aperta.it 335 1215217

Asineria di Gombola, www.gombola.net 338 8416124

Ideanatura www.ideanatura.net, 339 2943736