Giovedì 24 Mag 2018
 



MONTECRETO (Montecreto)

Località: Montecreto, capoluogo

L'abitato di Montecreto è noto soprattutto per la presenza di impianti per gli sport invernali, ma conserva interessanti aspetti storici, nell'assetto caratteristico del borgo storico e nell'ambiente naturale circostante.

Una parte del patrimonio boschivo viene identificato come 'Parco dei Castagni' all'interno del quale si trovano strutture per l'ospitalità.

Il “Parco dei castagni” è un antico castagneto da frutto riconvertito in area verde urbana.

Dista dal capoluogo: 1 km

Dista da Modena: 63,3 km

Coordinate geografiche di Google Earth 44°14’ 49”64 N 10°42’ 49” 64 E - Parco dei Castagni

 

Dove mangiare e dove dormire, riferimenti turistici

Campeggio Parco Dei Castagni - Via del Parco Montecreto www.parcodeicastagni.it, 0536 63595 63630 / 62902

Hotel Residence Margherita via Trogolino www.residencemargherita.biz, 0536 63550

Residence Giardino via del Parco 7, www.residencegiardino.it, 0536 63553

Ristorante Al Focolare via Trogolino 27 0536 63055

Turismo Rurale Trattoria La Pozza via Ronco la Croce 385 338439 – 339 5210353

B&B Genziana via Roma 127, 0536 63683

B&B La Casa del Falco, via Tonarone 164, www.buongiornobb.it, 0536 63104

B&B La Seretta, via Trogolino 12, www.buongiornobb.it, 0536 63652

Ristorante Pizzeria Vecchio Castagno, via Roma 107, 0536 63447

Feste o tradizioni legate all’autunno: Festa della castagna ottobre con consegna Castagna d'oro (25 anni nel 2011)

 

Cose naturali o culturali notevoli

L'antico borgo si sviluppa attorno ad una strada fortificata, sulla quale si affacciano, appoggiate le une sulle altre, le antiche abitazioni. La strada saliva verso la cima del monte, sul quale sorgeva il castello ed ora si staglia la Chiesa di S. Giovanni Battista con il suo campanile costruito sul mastio. Nel borgo rimangono antichi edifici di pregio, tra cui una casa medievale, il Monastero di San Domenico, la casa-cavalcavia di casa Fontana, il Mulino Camatti, l'oratorio della Madonna del Trogolino. Interessanti i particolari architettonici legati alla tradizione della scultura su pietra di scuola toscana. Il Parco dei Castagni racchiude una parte importante del patrimonio boschivo a castagneto del territorio; all'interno sorgono diverse strutture turistiche tra cui il camping 'Parco dei Castagni'.

 

Accessibilità e dove, come, quando raccogliere

Accesso dalla S.S. del Passo delle Radici n. 324 in loc. Montecreto, procedendo da Sestola verso Riolunato, nel centro abitato di Montecreto svoltare a sinistra in Via del Parco. Il castagneto è ubicato sulla Via del Parco a monte della strada medesima.

I castagneti sono generalmente in proprietà privata. Dove ci sono recinzioni o tabelle monitorie non è possibile accedere al fondo, l’accesso è consentito attraverso i sentieri esistenti sia CAI (segnali bianchi e rossi) o altri sentieri evidenti sul terreno.

 

La raccolta nelle proprietà private è vietata salvo consenso del proprietario.

 

La raccolta è libera nel castagneto soggetto a recupero con fondi pubblici e di proprietà comunale identificato su google earth/maps in questo sito.

 

Sentieri escursionistici

Sentiero CAI 461 Montecreto-Serra Golara-Strada Lago della Ninfa,

Sentiero CAI 463 Montecreto-Serra Golara,

Sentiero CAI 455 Montecreto-Roncoscaglia-La Rasola

Sentiero CAI 459 Montecreto-Pino solitario-Strada Lago della Ninfa

 

Attività di educazione ambientale e visite guidate

www.parcodelfrignano.it

 

Il Castagneto

Quota: 850

Esposizione prevalente: nord – ovest

Giacitura prevalente: declivi poco accentuati/pianeggianti

Substrato costituito da areniti e peliti, suoli dell'Unità 6Ba (Monte Tresca, Monchiello) si tratta di suoli a debole acidificazione, frequentemente moderata negli orizzonti superficiali; a differenziazione del profilo forte (Dystric Cambisols), localmente debole (Umbric Leptosols o Eutric Leptosols)

Edifici rurali e manufatti collegati al castagneto: metati, Area attrezzata con panchine, tavoli, bacheca, cartelli illustrativi, giochi per bambini, ecc. Sono ì presenti due metati ristrutturati.

 

Il soprassuolo è costituito da un castagneto secolare, con esemplari di notevoli dimensioni, che non riceve da tempo le adeguate cure colturali (a fini produttivi, quali potature ed innesti).

 

Lo stato di conservazione si può considerare discreto, non sono stati rilevati attacchi di patogeni con particolare virulenza. Annualmente vengono realizzati interventi di ripulitura e spollonatura.

 

Sono presenti alcune piante monumental.

Anche se si tratta di un'area pubblica molto fruita, che viene mantenuta dal comune, più che di coltivazione si potrebbe parlare di manutenzione del "verde urbano"

 

Varietà da farina di castagne.

Curiosità: leggende o storie della tradizione orale Ponte Strettara

 

montecreto1montecreto2montecreto3